Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole

by Lilith Le Morte

/
  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Artwork #1 by Nevre

    Includes unlimited streaming of Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 5 days

      €12 EUR or more 

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Artwork #2 by Nevre

    Includes unlimited streaming of Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 5 days

      €12 EUR or more 

     

  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €12 EUR  or more

     

1.
02:43
2.
05:45
3.
04:19
4.
5.
04:33
6.
04:00
7.
03:42
8.
07:19

about

LILITH LE MORTE
Annalisa Liuzzi - bass, drum machine, back vocals/screams
Alice Cusi - vocals, keyboards, drum machine


SI ROMPE IL SILENZIO NEL GIARDINO DELLE MANDRAGOLE
Labels:
Swiss Dark Nights swissdarknights.bandcamp.com
Toten Schwan Records totenschwan.bandcamp.com

credits

released February 24, 2017

Recorded and mixed by Andrea Sologni @Igloo Audio Factory
Studio assistant: Francesco Angelini. Mastering: Andrea Suriani.

Featuring:
Matteo Rosestolato (SAID/Paolino Paperino Band) - additional human drums;
Gianna Greco (pUTAN cLUB/Kama) - special guest bass on "A Galla".

Artwork by NEVRE lenevralgiecostanti.weebly.com

tags

license

all rights reserved

about

Lilith Le Morte Italy

contact / help

Contact Lilith Le Morte

Streaming and
Download help

Track Name: Onironauti
La gola risucchia venti salati
si congelano i denti
se ne vanno i pensieri
in cavità obliate della mente
dove regna sovrana
la regina del caos

Mi sono tuffata nel mare
e le luci si sono spente
mi sono tuffata in un mare
e non riesco a vedere più niente

Nel buio puoi toccare i miei nervi
perforano la pelle
come trapani impazziti
maneggiati dalla follia
indisciplinata
dell'oscurità
di colpo la terra sprofonda
si accendono i fuochi, esplodono i mari
ancora una volta
mi sono svegliata
Track Name: Sangue
Anime infuriate si abbracciano
nel vuoto delle menti
spaziano
in terre impreviste, urlano
sole, sole, sole, disgraziate
disgraziate nella loro profondità
profondità

Dispersa nell'universo
mi abbraccio con me stessa
che mi strappa
la pelle con le dita sporche
sporche, sporche, sporche del sangue
sangue, sangue, sangue
sangue che cola dagli occhi

Che la pace sia con noi, spiriti che sfuggono
Che la pace sia con voi, spiriti che sfuggono

Che la pace sia con noi, spiriti che sfuggono
Che la pace sia con noi, spiriti che sfuggono
Che la pace sia con voi, spiriti che sfuggono
Che la pace sia con voi, spiriti che sfuggono
Track Name: Subsuttore
Assordanti e umide corde
allettano greggi di orecchie assopite
deliziano palati avidi di sapori degeneri
di molluschi in gusci chiusi,
pescati in reti inconsistenti,
infette e intasate di saliva

Come fiamme, lingue si avviluppano in fondo alle vostre schiene
così curve, molli e rachitiche
Suttore, subsuttore

Umide corde assordanti
allettano branchi di orecchie pedanti,
mai saziano le secche gole su putride tavole
di pietanze già marcite su piatti decorati da insetti
e ormai pieni di saliva

Come fiamme, lingue si avviluppano in fondo alle vostre schiene
così curve, molli e rachitiche
Suttore, subsuttore, subsuttore, subsuttore, subsuttore, subsuttore
Track Name: Grunge Ballad
Aprile tanto atteso, dissolvi in un attimo illusioni di un inverno
ricordandoci che non è servito a niente, non è cambiato niente
Non è cambiato niente

Aprile così atteso, tradisci in un attimo promesse di un inverno
ricordandoci che non è servito a niente
Non è cambiato niente
Track Name: A Galla
Risalito dagli abissi per gironi di demoni assetati
tutte le tue vene ora sono cave, l'acqua vi penetra e vi scorre
insalubre, come di palude, stagna e ti tiene fermo

Come paralisi al risveglio, così saturi non ci si può più muovere
Non è più possibile agire, volere è un ricordo flebile
è un ricordo flebile

Galleggi ancora alla deriva, immobile nell'oceano piatto
ombre un tempo vitali e piene di promesse ora ti avvolgono pesanti e tiepide
e si abbandona intorpidita ogni traccia di azione
fino a che la tua carne si fa dura e scattano incontrollabili le gambe e le braccia
e la volontà è in una trappola di tele di nervi dove idee nemiche si fanno strada
divorando come tarme ciò che tiene in vita, lasciando un corpo vuoto, secco e avvizzito
nella bonaccia sotto il grigio perenne di un mutamento soltanto imminente
nella bonaccia sotto il grigio perenne di un mutamento per sempre imminente, che mai arriva
Track Name: Aut Aut
Aut aut! Scegli!
Di scegliere o non scegliere
prima che sia troppo tardi

Prima che ti disperda
in milioni di demoni
nel vuoto che consola
la loro eco risuona
mentre ebbri d’angoscia cadono
tuoi frammenti senza far rumore

Mediare i contrari è pura follia
mediare i contrari è pura follia
rifugio invernale in un manto di neve
come il veleno in un canto di sirene
Track Name: Alberi Arsi
Tornerà
Tornerà
Tornerà il disordine, primordiale, bianco

C’è un senso di morte che non ti fa muovere
Tutto è immobile

L’inferno è al centro della terra
è il nocciolo di ogni cosa
è dentro a ognuno di noi, nel cuore di tutti noi
è dentro a ognuno di noi, nel cuore di tutti noi

Scure schiere di alberi arsi precipitano dai versanti
corrono accanto a me cimiteri, fitti tra le città
vuoto nei campi innevati, vuoto, ma senza pace
sotto un mantello bianco uniti vivi e morti